Menu
Il Centro EU.N.I.

Il Centro EU.N.I.

EUROPEAN NEUROSURGICAL INSTITUTE - SPINE CENTER

Affrontiamo le patologie degenerative della colonna vertebrale

Tramite la consapevolezza della patologia esistente vogliamo rendere la persona nuovamente protagonista della propria vita. Il paziente deve partecipare attivamente alla ginnastica e la fisioterapia, utilissime anche per ridurre il rischio di recidiva. Esiste tutta una serie di metodiche, che si possono svolgere in day-hospital, senza nuove restrizioni alle attività quotidiane del paziente verso la guarigione per la riattivazione motoria progressiva e rironificazione muscolare. L’effetto immediato è una sensazione di recupero.

Oltre all’ernia discale, molti sono i problemi che possono rendere la vita difficile:

- la stenosi del canale vertebrale, cioé il restringimento del canale dove risiedono i nervi (la capacità di camminare si esaurisce)

- l'instabilità della colonna vertebrale, per naturale invecchiamento del fisico o da traumi o da interventi chirurgici

- la FBSS: il fallimento di interventi “a cielo aperto”, evento purtroppo assai frequente

Il contributo EU.N.I. nel mondo

Da 15 anni a questa parte stiamo vivendo un vero cambio epocale nella cura delle patologie degenerative della colonna vertebrale. L’Istituto EU.N.I. si è sempre posto all’avanguardia nello sviluppare culturalmente e nell’impiegare clinicamente tecnologie nuove, per offrire sistemi di cura rispettosi dell’integrità e della struttura anatomica, della funzionalità fisica, e complessivamente della dignità della persona. Tutti questi concetti vengono da sempre proposti dagli specialisti EU.N.I. nei congressi nazionali ed internazionali.

Ne consegue che molti colleghi hanno chiesto di venire nella nostra struttura, non solo per apprendere nuove tecniche che sono totalmente rivoluzionarie, ma anche per vivere direttamente l’esperienza di un rapporto medico paziente umano e costruttivo.

Sono stati ospiti di EU.N.I. più di 200 medici specialisti stranieri provenienti da: Stati Uniti d’America, Venezuela, Bolivia, Colombia, Costa Rica, Panama, Perù, Brasile, Uruguay, Argentina, Cile, Taiwan, India, Pakistan, Egitto, Israele, Marocco, Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Ucraina, Bulgaria e Romania. Sono stati ospiti di EU.N.I. più di 100 medici specialisti italiani.

Tra questi:
192 sono specialisti in Neurochirurgia
74 sono specialisti in Terapia del Dolore
48 sono specialisti in Ortopedia

Principi di cura

È dimostrato che la compressione meccanica e la sintomatologia dolorosa non sono necessariamente collegate. Oltre alle principali terapie chirurgiche consigliate dalla medicina tradizionale per il trattamento della lombalgia esistono nuove prospettive: la degenerazione del disco comporta la liberazione di sostanza acide che infiammano la radica nervosa. La maggior parte del danno viene da ischemia e intossicazione per l’infiammazione. Semplici trattamenti non invasivi possono correggere la situazione.

Il rapporto medico - paziente

Presso i nostri centri il paziente trova innanzitutto ascolto e attenzione per eliminare dubbi e preoccupazioni che amplificano il disagio per poi diagnosticare con esattezza la patologia e quindi pianificare la terapia più efficace alla guarigione. Miriamo a gestire i problemi fisici con la minima aggressività e mantenendo i pazienti possibilmente inseriti nella vita attiva. La filosofia alla base del nostro operare è “primum non nocere”.

L’obiettivo della cura

Per un’alterazione morfologica della colonna vertebrale, si ricorre alla chirurgia tradizionale solo nei casi con disturbi particolarmente rilevanti, persistenti e invalidanti. È dovere etico e scientifico soccorrere il paziente agendo sui sintomi e sulle cause con una gamma di procedure mininvasive personalizzate. La moderna programmazione terapeutica ha nuovi metodi di rivascolarizzazione e trofismo delle strutture, con aspetti rigenerativi e antiossidanti, gli effetti collaterali sono irrilevanti. Quindi cure mirate al grande rispetto del fisico, stimolando la persona a nuove abitudini di vita con ginnastic aposturale e rinforzi muscolari specifici. L’età del paziente non sarà più un limite condizionante ed anche la presenza di altre patologie potrà essere considerata una concomitanza non preclusiva.

Ottimizzare la funzione per ottenere il benessere

Oggi si tende a correggere il funzionamento della struttura anatomica per ottenere che una persona possa star bene anche con una colonna vertebrale non perfetta.

Allegati