Menu
Esami in EU.N.I

Esame Baropodometrico

Esame Baropodometrico
 

Il centro di ricerca dell'Università di Montpellier, diretto dal Prof. Rabishong, nel 1978 ha messo a punto un sistema di rilevazione delle pressioni, computerizzato, per lo studio dei carichi statici e dinamici dei piedi.

Gli specialisti hanno integrato tale metodica diagnostica per completare l'osservazione clinica ed offrire ai propri assistiti un accertamento più approfondito.

Baropodometro

Il Baropodometro Elettronico, apparecchiatura che rileva le pressioni plantari sia in stato di moto che di quiete, oggi è modulare, di concezione tecnologica avanzatissima, costituita da piattaforma barosensibile con sensori, inserita in un camminamento di deambulazione di circa tre metri, collegata ad un computer con stampante a colori. 

Il sistema è di supporto agli specialisti nella valutazione periodica dei pazienti in particolare nelle patologie evolutive.

La misurazione computerizzata delle pressioni plantari esercitate al suolo può essere effettuata a piede nudo e con le calzature (con e senza ortesi).

Un programma di calcolo presenta in forma chiara e comprensibile le immagini attraverso le quali è possibile studiare molteplici parametri sia numerici che grafici ottenuti dai tre differenti esami:

Statico

Dinamico

Stabilometrico

L'immagine statica risultante media di otto impronte consecutive di 60 msec. ciascuna, è presentata sotto forma di punti di differente grandezza e colore ognuno dei quali è espresso in percentuale del valore di massima
pressione rilevata (p. Max).
Vengono inoltre calcolati superfici e carichi totali di appoggio di ciascun piede con dettaglio dei valori dell'avampiede e del retropiede: sono indicate le risultanti dei centri di pressione dei singoli arti ("D" per il piede destro ed "S" per quello sinistro) corrispondenti alla proiezione a terra dei centri articolari di ciascun arto ed il centro delle pressioni "C" corrispondente alla proiezione a terra del centro di gravità del corpo (baricentro corporeo).
Una visione riassuntiva delle areee di iper/ipo appoggio del piede viene elaborata, con l'ausilio dello studio isobarico, in tre differenti colori.

E' sempre risultato l'aspetto più innovativo, ovvero la possibilità di rilevare le pressioni podaliche durante il normale svolgimento del passo, mentre il soggetto cammina sulla piattaforma, visualizzate in registrazioni consecutive in funzione del tempo.

Baropodometro

Ciascun fotogramma evidenzia i momenti temporali di appoggio (dall'impatto calcaneare all'uscita sull'alluce) descrivendo il carico esercitato, la supericie impegnata e la direzione del passo. L'impronta ottenuta può essere anche riprodotta in un'unica immagine che raccoglie globalmente le successioni di ogni signola fase, i valori di superficie e quelli di pressione. 

Baropodometro

La posturografia studia in dettaglio gli atteggiamenti ortostatici in appoggio bipodalico e monopodalico.

Viene calcolato lo spostamento dei centri di pressione di ciascun arto e del baricentro corporeo, per evidenziare le oscillazioni del paziente in risposta alle influenze gravitazionali.

Baropodometro

Baropodometro

Le informazioni degli spostamenti sono valutate attraverso una serie di parametri numerici e grafici.
Le anomalie dell'equilibrio vengono utilizzate non solo in campo ortopedico/riabilitativo, ma anche legale, neurologico, odontoiatrico ed otorino (valutazione grafica del Romberg).

Baropodometro

Analisi riassuntiva con ellisse, radar balance, velocità con "Regression Line", cicli di compensazione e valori di normalità .

Baropodometro

Quadro completo dei 6 radar balance con appoggio bipodalico e monopodalico (dx e sx) ad occhi aperti e chiusi.